Il sindaco

Pietro Visini è sindaco di Piario dal 8 giugno 2009, giorno in cui la lista Dialogare per Progredire - Piario verso il futuro ha vinto le elezioni amministrative.

Pietro è anche Assessore ai lavori pubblici, all'edilizia privata ed ai servizi sociali.

È nato a Gromo il 9 gennaio 1948 ed ha sempre vissuto a Piario.
È sposato con Marina, padre di due figli e nonno di due adorati nipotini. Pensionato. Al di fuori del lavoro si è dedicato a diverse attività all’interno del Gruppo Sportivo Piario, del gruppo Alpini e dell’Associazione culturale Apiarium.
In passato ha già svolto l’incarico di assessore ai lavori pubblici e consigliere comunale per 4 tornate amministrative. Riceve il sabato dalle 10.00 alle 12.00 e previo appuntamento anche in altri orari.

Telefono: 034621422
Fax: 034623854
E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Competenze

Le competenze del Sindaco sono disciplinate dall’art. 50 del Decreto Legislativo n. 267 del 18 agosto 2000.
Il sindaco è il responsabile dell'amministrazione del comune, rappresenta l'ente, convoca e presiede la giunta, nonché il consiglio e sovrintende al funzionamento dei servizi e degli uffici e all'esecuzione degli atti.
In caso di emergenze sanitarie o di igiene pubblica a carattere esclusivamente locale adotta le opportune ordinanze contingibili e urgenti.
Spetta al sindaco il coordinamento e la riorganizzazione, sulla base degli indirizzi espressi dal consiglio comunale e nell'ambito dei criteri eventualmente indicati dalla regione, degli orari degli esercizi commerciali, dei pubblici esercizi e dei servizi pubblici, nonché, d'intesa con i responsabili territorialmente competenti delle amministrazioni interessate, degli orari di apertura al pubblico degli uffici pubblici localizzati nel territorio, al fine di armonizzare l'espletamento dei servizi con le esigenze complessive e generali degli utenti.
Il sindaco presta davanti al consiglio, nella seduta di insediamento, il giuramento di osservare lealmente la Costituzione italiana, indossando a tracolla la fascia tricolore con lo stemma della Repubblica e lo stemma del comune.